Yahoo! acquisisce IndexTools

 In IndexTools, Yahoo

indextools_yahoo.gif

Lo scorso 9 aprile, Yahoo ha acquisito IndexTools – web analytics company rimasta tra le poche “grandi” ancora indipendente, per una cifra che non è stata resa pubblica. E’ la mossa che segue le orme dei predecessori Google con Urchin-Google Analytics e Microsoft con AdCenter-Gatineau.

Molti ritengono che IndexTools sia un’ottima soluzione in grado di competere con i grandi vendor sulle funzionalità di visitor segmentation, personalizzazione, gestione dei flussi, ecommerce e reporting pur essendo meno costosa.indextools_dashboard.gif

Tuttavia non è ancora chiaro cosa succederà a IndexTools come piattaforma. Resterà un qualcosa a sé o verrà integrato nella suite di Yahoo!? E’ chiaro che Yahoo! non è un player nel campo della web analytics e si tratta di vedere se l’applicativo – nella versione eBusiness o nella versione Enterprise – verrà integrato nei servizi di supporto all’analisi delle campagne o se Yahoo! sta cercando di rispondere al rinnovato AdCenter Analytics di Microsoft.

Certo è che se dovesse essere rilasciato entro la fine del 2008 in modalità free, allora sono d’accordo con Eric Peterson quando sostiene che questa acquisizione ha il potenziale per scardinare il mondo della web analytics in modo permanente per come lo vediamo o lo interpretiamo oggi. Tutto dipenderà dal modello di sviluppo che Yahoo decide di utilizzare per portare Indextools verso il suo uso di massa.

Come per Microsoft, vale il discorso anche per Yahoo. Si può immaginare che la grande quantità di dati demografici e comportamentali già in possesso di Yahoo! potranno essere sfruttati e associati alle capacità di segmentazione di Indextools per fare analisi di correlazione in tempo reale.

Per non parlare di segmentazione avanzata. Caso vuole che proprio la settimana scorsa avevo avuto finalmente l’occasione di vedere in opera la preview di Rubix, il motore di analisi di segmentazione ad hoc che era previsto in rilascio tra poco più di un mese. Rubix è il modulo che compete direttamente con Discover di Omniture, Visual Workstation del fu Visual Sciences e Visitor Intelligence di WebTrends, per citare alcuni vendor a livello enterprise. La prima impressione che avevo avuto era stata la maggiore semplicità d’uso e un’interfaccia user-friendly che permetteva un’accelerato apprendimento rispetto ad altri prodotti. Avevo anche avuto l’impressione che questo far vedere in giro la preview di Rubix, già da alcune settimane partendo dagli analisti più in auge, fosse un ottimo metodo di pastura…..

In ogni caso le migliori congratulazioni a Dennis Mortensen – ora nella sua nuova funzione di Director of Data Insights at Yahoo! – e a tutto il suo team in Ungheria e USA!

Recent Posts
Comments
pingbacks / trackbacks

Leave a Comment