La Web Analytics – Web Analytics Italia

 In Argomenti

La definizione ufficiale della WebAnalyticsAssociation sottolinea come la Web Analytics sia la misurazione, la collezione,l’analisi e il reporting di dati internet allo scopo di capire e ottimizzare l’utilizzo del Web. A prescindere dalla definizione, che comunque varia a seconda del settore nel quale tali strumenti vengono applicati, l’obiettivo della Web Analyitics è chiaro e unico: capire l’esperienza online del cliente per poterla migliorare e, quindi, ottenere un ritorno maggiore.

Eric T. Peterson, infatti, nel suo “Web Analytics Demystified”, definisce la Web Analytics come un insieme di dati, che vanno dal traffico web alle transazioni via web, dalle performance del web server a studi di fruibilità, il tutto analizzato allo scopo di aiutare la comprensione dell’esperienza online del visitatore. Ma a cosa serve tutto ciò? Basterà fare un esempio: l’hotel Anaheim Ramada usò la web analytics per competere con le maggiori compagnie online di viaggio ed ebbe un 400% di aumento delle conversioni! Come sono lontani i tempi in cui la Web Analytics veniva utilizzata solo per l’analisi dei log files per determinare il numero di visitatori e il numero di pagine viste!

Eppure l’utilizzo di tali strumenti è ancora molto limitato: tutto ciò è sorprendente se si pensa che la Web Analytics aiuta mostrando anche dati quali errori generati da link non funzionanti, immagini mancanti, oppure dove i visitatori abbandonano il tuo sito. Tutte queste informazioni sono fondamentali per identificare non solo i problemi del sito, ma anche gli ostacoli alla conversione. Quindi, non utilizzando tali strumenti si perdono soldi e non si riesce a capire se li si sta investendo bene! Pensa: nessun altra forma di marketing ha una disponibilità di dati come il web. I pubblicitari TV, ad esempio, non possono direttamente misurare le conversioni dei loro annunci pubblicitari, mentre la Web analytics può dirti esattamente quanti visitano il tuo sito, quanti hanno compilato quel form ed esattamente quanti acquistano. Alcuni software danno anche i totali acquistati in modo tale da vedere quanto ogni persona spende online e da dove viene (organico o a pagamento) e compiere così alcune analisi ROI.

Inoltre, è un campo in continua evoluzione: presto si riusciranno a tracciare non solo le conversioni online ma anche quelle offline (ad esempio, un acquisto fatto attraverso una telefonata con un numero trovato sul sito internet). Quindi la Web analytics è e sarà un campo sempre più importante: il web è diventato un canale chiave per il profitto e un modo affidabile per attrarre e mantenere clienti. Senza la Web analytics la maggior parte degli aspetti di design, funzione ed organizzazione del sito sono basati sul giudizio soggettivo dei responsabili del sito. In alcuni casi, il design del sito è visto come un processo esclusivamente creativo: l’obiettivo era rendere “gradevole” l’aspetto del sito. Ma ora si rende necessario il passaggio per i web site manager da criteri di successo soggettivi a criteri oggettvi. Il “secondo me” ora non va più bene! Bisogna utilizzare indicatori oggettivi e sulla base di questi, intervenire di conseguenza.

Recent Posts