Adobe Omniture Summit 2011

 In Omniture, Web Analytics

Si è tenuto dall’8 all’11 di marzo e come di consueto a Salt Lake City il Summit di Adobe Omniture giunto alla sua 11a edizione, la più grande sinora tenutasi con circa 2.600 partecipanti.

E’ Brad Rencher, VP e General Manager Omniture Business Unit a fare per primo gli onori di casa, cogliendo l’occasione per lanciare sin da subito il nuovo prodotto di Social Analytics.

Adobe Omniture SocialAnalytics entra in beta in Aprile (è già in beta per alcuni clienti selezionati quali AOL, Warner Music, Kimberly-Clark, NFL e Purina) e ci si aspetta che venga reso disponibile al pubblico a partire da Luglio. Collegata ad Adobe SiteCatalyst sin da subito, sarà invece integrata nella Suite a partire da Ottobre prossimo.
E’ il componente ideale da inserire nell’Online Marketing Suite per integrare i dati Social sulla piattaforma core SiteCatalyst ed evita di doversi affidare a strumenti terzi per la Social Analytics (vendor di soluzioni di Social listening tremate…). Ma non solo: si offre in prospettiva lo strumento a persone che già hanno familiarità con SiteCatalyst e si possono sfruttare le correlazioni con i dati di traffico, comportamento e conversione.

Le novità di prodotto annunciate sono tante e anche importanti, a partire da SiteCatalyst, la cui architettura è stata completamente rivista dopo 3 anni di lavoro dietro le quinte. Maggiori possibilità di segmentazione, nuove regole di real time per il processing dei dati che ne accelerano l’elaborazione, segmenti condivisi all’interno della Suite e maggiore facilità di utilizzo.

Anche la nuova versione di SiteCatalyst è in beta per 75 clienti e verrà rilasciata ufficialmente verso la fine del secondo trimestre 2011. I clienti esistenti saranno migrati mano a mano sulla nuova piattaforma.

Queste alcune delle più importanti funzionalità e capabilities che saranno messe a disposizione:

– Segmentazione in tempo reale on the fly;
– Maggior numero di custom event (100) e variabili (75);
– Visitatori unici disponibili su intervalli di date arbitrari;
– Tutti i breakdown in tutti i report;
– Le metriche pagine viste/visite/visitatori presenti in tutti i report;
– Opzioni per la visualizzazione avanzata delle dashboard;
– Possibilità di impostare le metriche di default in tutti i singoli report;
– Menu dei report con la funzione ricerca;
– Migliorie per il mobile;
– La possibilità di vedere il trend di metriche multiple su un singolo grafico;
– La disponibilità in default della metrica bounce;
– Il report Video overview;
– Segmenti nel datawarehouse basati sulle classificazioni;
– La definizione di target audience per Test & Target.

Per quanto riguarda l’accesso alle diverse home di prodotto, la girandola dove erano rappresentati i diversi moduli della suite viene sostituita da un menù standard perchè la numerosità dei moduli supera ormai lo spazio disponibile.

Per i clienti europei, l’ufficializzazione dell’apertura del Datacenter nel Regno Unito.

A margine di tutte queste novità, l’annuncio che Adobe Systems Incorporated ha ricevuto l’accreditamento dal Media Rating Council (MRC) per la misura della digital audience e dell’engagement. Le metriche di Adobe SiteCatalyst accreditate sono: Page Views, Visits, Daily Unique Cookies e Time Spent on Site.
Tale accreditamento assicura che le 4 metriche di SiteCatalyst siano conformi agli standard MRC e alle linee guida IAB.

Recent Posts

Leave a Comment